L’appuntamento più importante della stagione dei nostri Allievi, si è concluso con la consapevolezza del grandissimo lavoro svolto dallo staff tecnico e dirigenziale del nuovo Sporting Club Alzano.

I fatti parlano chiaro e le chiacchere stanno a ZERO…lo Sporting, con 7 allievi/e tesserati nella stagione 2014/2015, ha portato ben 5 atleti ai campionati italiani; 3 con il minimo individuale + la staffetta 4×100 allieve (con altre 2 allieve).

Tutti gli sforzi sono stati orientati per raggiungere l’obiettivo : IL PASS per questo appuntamento; alla gara TUTTI, chi più chi meno, hanno cercato di fare il meglio e gareggiare con il coltello tra i denti. I risultati non sono stati di certo di gran rilievo per un palcoscenico nazionale, ma di certo sono e siamo orgogliosi di questo gruppo per l’impegno che i nostri atleti ci mettono e per l’attacamento alla maglia sociale.

Federica Persello : venerdi nella gara di Lungo non ha certo colto l’occasione di entrare in finale con un misura ampiamente alla sua portata (5.20 per entrare in finale tra le prime 12), e si è accontentata di un 5.01, regalando tanto (troppo) in battuta e in fase di chiusura. Il giorno dopo ha corso il 200 metri facendo una gara monomarcia e concludendo in 26.66.

Sergio Breda : Sergio è stato l’atleta che ha raggiunto il minimo di partecipazione con un numero di allenamenti veramente ristretto e questo vuol dire solo che allenandosi di più potrebbe fare davvero tanto. Il più teso di tutti ha chiuso i 400 mt in 52.69, la tensione di un campionato italiano gli ha giocato un brutto scherzo.

Denise Condemi : la sua tenacia e determinazione è sempre il suo cavalllo di battaglia, Denise ha fatto una gara con personalità chiudendo il giro di pista in 1’00″43, a soli 44 centesimi dal personale, quindi bravissima Denise.

4×100 Algarotti – Persello – Signori – Condemi : le nostre ragazze hanno portato a termine la 4×100 con un 50″19, con un bruttissimo primo cambio ci siamo ripetuti sul nostro personale, ma senza quell’errore dove potevamo posizionarsi ?? Bah…con i se e con i ma non si va da nessuna parte !!

Il sottoscritto e tutta la società AMA lavorare in SILENZIO, senza commentare o giudicare i risultati altrui, ma solo i risultati dei PROPRI ATLETI. Solo noi sappiamo come e quanto i nostri atleti si allenano, quanta mole di lavoro esercitano e in che modo. Nel settore giovanile (di qualsiasi sport) l’obiettivo sarebbe la crescita graduale dei carichi di lavoro in rapporto all’età; detto questo ragazzi quest’anno avete assaporato l’aria e l’atmosfera dei campionati italiani e corso vicino ad atleti importanti, che sicuramente di allenano di più di noi, l’anno prossimo l’obiettivo deve essere migliorare le prestazioni ed avere più fame nel voler emergere.

BISOGNA AVERE SEMPRE UN OBIETTIVO E ALZARE SEMPRE L’ASTICELLA !!!

MAI ACCONTENTARSI !!

Resp. Agonistica

Marco Giacinti