Dal 4 al 7 Settembre, i ragazzi  dello Sporting (categoria ragazzi/cadetti) hanno vissuto un’esperienza stupenda e unica, partecipando al ritiro organizzato a Vilminore di Scalve.

Durante il ritiro abbiamo svolto un’escursione tra le montagne della Val di Scalve e visitato la Diga del Gleno; abbiamo svolto allenamenti nell’impianto sportivo del paese e nella palestra di Vilminore. E’ stata una bellissima esperienza anche per me che dopo aver vissuto numerosi ritiri come atleta in varie località, era la prima esperienza dalla parte di tecnico/accompagnatore e……carabiniere alla sera !! I ragazzi sono stati davvero molto bravi e penso si sia creato un’atmosfera bella e momenti aggregativi, come i momenti serali nella mansarda dell’hotel o l’escursione del primo giorno, era proprio questo in effetti l’intento del nostro ritiro.

Insieme alla dirigenza stiamo già pensando alla meta del prossimo ritiro, per crescere anche e soprattutto dal punto di vista del gruppo e dal punto di vista aggregativo.

Marco Giacinti

Lasciamo ora la parola agli atleti che hanno partecipato a questi giorni :

“Il ritiro mi è piaciuto molto, anche se l’orario era un pò fiscale….mi alzavo troppo presto e i miei occhi non erano abbastanza riposati dato che andavamo a letto alle 2.30 !! ah ah ah ah scherzo mi sono divertita tanto soprattutto a vedere i filmati !! “

Francesca Sala

“Anche se sono rimasta solo per due giorni, ho comuque trovato il modo per divertirmi e nel frattempo, per essere concentrata. E’ stata davvero un’ottima iniziativa da parte dello Sporting e vorrei che la proponessero di nuovo in futuro. Mi è piaciuto tanto poichè era la prima volta che si organizzava una gita con la partecipazione di tutta la squadra. “

Denise Condemi

“Il ritiro mi è piaciuto tantissimo perchè ero in stanza con dei casinisti perchè non potevo mai stare tranquillo

Arsen

Questo satge é stato molto bello sia per il divertimento con gli amici sia per la fatica degli allenamenti. E’ stata un’esperienza da ripetere. Putroppo è durato solo tre giorni.

Zurcher Elena

Il ritiro é stato molto divertente anche se abbiamo alcune volte esagerato con il rumore. E’stato bello sia nei omenti più liberi sia in quelli di allenamento. Abbiamo conosciuto meglio i nostri compagni passando tanto temp con  loro. Spero che si rifarà! “

Maria Bonandrini

“Il ritiro mi è piaciuto e mi sono divertita e ho avuto l’opportunità di stare con tutti sia cadetti che ragazzi! Mi piacerebbe rifarlo.”

Sabrina Algarotti

“Il ritiro mi è piaciuto e mi sono divertita. Mi è dispiaciuto che ci fossero molto momenti buchi in cui non si sapesse cosa fare e le pause compiti. Per un’altra volta non metterei una gara nei giorni del ritiro, in quanto si perse una giornata (anche gli spostamenti) in cui ci si dovrebbe divertire o fare allenamento. Inoltre se si dovesse fare un altro ritiro in montagna sceglierei un posto dove si possano fare più camminate anche per vedere posti nuovi (es. Trentino) . Altrimenti mi piacerebbe andare al mare.”

Simona Signori

“Lo stage a Vilmonre di Scalve è stato bellissimo e divertentissimo. Ho vissuto momento di impegno e riflessione ma anche altri più sereni e divertenti. Con le mie mie compagne di stanza mi sono divertita moltissimo anche se facevamo un pò di casino. E’ stato divertente dividere la stanza con loro soprattutto  quando giravano la bottiglia per decidere l’ordine in cui fare la doccia o quando correvamo tutte a salvare qualcuno che era rimasto chiuso in bagno perchè la porta era rotta!! Sarebbe un’esperienza da ripetere magari sarebbe meglio se lo stage durasse di più tipo una settimana “

Lisa  Borgonovo

Magnifico è una parola troppo insignificante per descrivere i quattro giorni passati a Vilminore di Scalve, stupendo tutto come ad esempio gli allenamenti nella palestra o anche al campo, dove alcuni hanno potuto sperimentare nuove discipline come nel mio caso ad esempio il disco. Mi ricordo quando ho varcato le porte del paese, all’inizio non ero completamente entusiasta del posto in cui mi trovavo, ma con il passare del tempo mi ci sono affezionato e il ritorno a casa devo dire che ne ho sentito pienamente la mancanza e la sento tutt’ora . Conservo ancora il senso di libertà che mi ha trasmesso : è stata un’esperienza utile anche ad instaurare legami con persone che forse all’inizio trascuravamo, ad alzare il nsotro livello di autonomia e a vedere luoghi che non avevamo mai visto. E’stata un’esperienza che mi ha fatto maturare e non esiterei a farlo nuovamente . E che dire del boss? anche s ea volte è severo si è dimostrato un buon allenatore, un grande amico e un buon compagno in questo “viaggio”!

Michele Vanoncini

Che dire sul ritiro di Vilminore ? Dire che è stato bello non lo descrive nemmeno minimamente, piuttosto mi viene in mente un altro aggettivo : unico…!. Siamo stati a stretto contatto tra di noi riuscendo a unirci non solo come compagni ma come una grande famiglia ma soprattutto siamo riusciti a sudare e faticare avendo sempre il sorriso sulle labbra. Non importava dove o con chi eravamo, il ritiro ci dava una scarica di adrenalina unica e mai avvertita prima. A motivare tutto sono stati molti fattori: i pasti insieme ridendo e scherzando, le chiaccherate in camera la sera, i divertimenti nella notte, i film in compagnia, le docce calde che pensi fredde o le uscite in terrazza a notte fonda. A rendere unico il ritiro non sono stati però solo i pargoli”. Mi sembra giusto ringraziare Maurizio, Sandro e Mattia cioè i genitori che ci sono stati vicini perla loro disponibilità, la pazienza e credo che senza di loro il ritiro non sarebbe stato così bello. Ma sopratutto il “boss” che è stato e rimane il miglior allenatore che si possa sperare di avere. Insomma per chiudere voglio dire grazie a tutti per la meravigliosa “vacanza di allenamento” insieme. Grazie ragazzi, grazie allenatori, grazie presidenti, GRAZIE SPORTING!”

Simone Vanoncini

“Il ritiro in montagna mi è piaciuto sia nei momenti in cui bisognava impegnarsi sia in quelli più divertenti, nelle camere con le amiche fandoci stare più insieme non vedendoci solo come compagni di allenamento ma come compagnie di vita”

Greta Marra

“E’ stato molto, si mangiava benissimo, il paesino era un pò spento ma con i nostri compagni mi sono divertita tantissimo. Il prossimo sarebbe bello farlo al mare cosi nuotiamo anche oltre a correre. Grazie agli allenatori e ai genitori che ci hanno accompagnato e hanno organizzato tutto. E’ stata un’esperienza bellissima. “

Federica Persello

 
“In qualità di dirigente dello Sporting Club Alzano vorrei innanzitutto ringraziare i genitori dei nostri atleti/e i quali anno contribuito allo svolgimento del ritiro a Vilminore,ringrazio Marco “bos” Giacinti per l’impegno messo nelle attività e nella gestione dei ragazzi, ringrazio tutto lo staff del’ albergo Brescia che ci ha ospitato e “sopportato” e infine ringrazio i protagonisti del ritiro, tutti gli atleti/e che anno partecipato con voglia ed entusiasmo.Ho letto con piacere che l’iniziativa è piaciuta molto concordo con il fatto che sia stata un po’ breve ma era, anche per noi dirigenti, una novità e siamo stati un po’ cauti per il prossimo futuro faremo di meglio. Ora un commento personale sul ritiro: come si sarà notato nei giorni della permanenza a Vilminore avevo (e ho tuttora )un problema alla schiena che mi impediva di muovermi liberamente ,ma ho voluto partecipare fortemente al ritiro per dare un segnale forte e deciso: nonostante le difficoltà si può andare avanti e ottenere risultati inaspettati,mai avrei pensato di riuscire nella risalita alla diga del Gleno!!!!Sono contento di aver partecipato a tutti momenti vissuti assieme un po’ meno per il caos notturno ma l’importante che questo ritiro sia stato un momento di condivisioni tra i ragazzi.Speriamo che la dirigenza il prossimo anno organizzi ancora un ritiro….grazie a tutti! ”
 

Sandro Sala

DSC_0722